“Poi è arrivato “Us” di Michele Cocchi, è arrivata la richiesta di partecipare ad un blog tour in cui avrei potuto concentrarmi sulla parte psicologica di un fenomeno ancora poco studiato, tutto da scoprire, ma di rilevanza sociale fortissima. E quindi ho iniziato a leggere il libro e a fare ricerche online, e i puntini che mi ero formata in questi anni si sono piano piano collegati.”[…]